DAL 20 MAGGIO: IL PROFUMO DEL NUDO

LABORATORIO ARTISTICO con Liana Ghukasyan

Dopo il successo del primo laboratorio, vi riproponiamo “il profumo del nudo”. Affrontare la figura umana ritratta dal vero è forse la sfida più affascinante e più complessa per un artista. Richiede lo studio dell’anatomia, della prospettiva e la capacità di mettere in relazione una forma con lo spazio che la circonda. L’artista armena propone un corso di disegno dal vero che guiderà ogni allievo, con un percorso personalizzato, ad apprendere ed armonizzare tra loro queste capacità fino a rielaborare in maniera autonoma e personale il soggetto ritratto, supporterà gli iscritti tenendo conto delle esigenze individuali. Il laboratorio si rivolge così sia ai principianti sia a quanti, da un livello più avanzato, desiderano avere la possibilità di esprimersi liberamente. Sono previste visite, guidate dall’artista, all’Hangar Bicocca Museo Teatrale, alla Scala e alla Fondazione Prada. Gli incontri saranno introdotti da un breve percorso iconografico che faciliterà la comprensione della figura nell’arte da un punto di vista tecnico e storico.

 

CALENDARIO MAGGIO–GIUGNO 2017

Sabato 20 maggio ore 11:00 – 13:00

Lunedì 22 maggio ore 19:00 – 20:30

Sabato 3 giugno ore 11:00 – 13:00

Sabato 10 giugno ore 11:00 – 13:30

Lunedì 12 giugno ore 19:00 – 20:30

Gli incontri avranno sede presso il centro socio-culturale La Fabbrica dell’Animazione in via San Maurilio 8 a Milano.

Per maggiori informazioni e per iscrizioni: ghukasyan.liana@yahoo.it

 

PROGRAMMA E METODOLOGIA

Nozioni di anatomia artistica e tecnica per la costruzione di un corpo e di un volto secondo i metodi tradizionali e più moderni.

Conoscenza dei principali mezzi tecnici per il disegno: grafite, carboncino, sanguigna, penna, pastello, china.

Esercitazioni di disegno di nudo con modelli maschili e femminili: le pose veloci mirano a insegnare la tecnica dello schizzo o sketch, le pose più lunghe invece tendono a sviluppare lo studio dell’anatomia e delle ombre così come la capacità di osservazione. Possibilità di partecipare alle mostre collettive degli allievi della scuola.

Ogni lezione prevede 90 minuti di seduta, il resto del tempo viene usato per terminare i lavori e per studiare anatomia. È possibile frequentare le lezioni per periodi brevi o lunghi a seconda delle esigenze. (Secondo un calendario programmato a cadenza mensile, o per come sarà costruito il calendario del laboratorio). L’artista seguirà da vicino i progressi e aiuterà lo studente a risolvere i problemi che incontrerà nel disegno del modello.

“Stregare” con l’arte, “sognare” con l’Arte. Sviluppare i sensi e i sentimenti per riconoscere il Bello dal morto, senza senso. Il Brutto da una forma non perfetta ma viva.                                                                              

 

Liana Ghukasyan è nata in Germania a Magdeburgo nel 1986. Nella seconda metà degli anni 90 definitivamente torna in Armenia dove contemporaneamente alla scuola elementare studia nella scuola di Belle Arti, proseguendo poi gli studi al dipartimento di Arti Visive del collegio di Belle Arti “P. Terlemezyan” di Yerevan. Ha completato il suo percorso di studi all’Accademia di Belle arti di Brera di Milano. Attualmente vive e lavora a Milano.

°

Comments

comments

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *