21 MARZO A MILANO: TARANTA ATELIER CON MARISTELLA MARTELLA

 

Vi segnaliamo che Sabato 21 marzo dalle ore 16.30 alle ore 19.30 presso il centro Mediterranea Danza e Arti, di Viale Monza 16 a Milano, si terrà il Laboratorio di danza teatrale sugli aspetti simbolici, iconografici, letterari e rituali del Tarantismo e della Pizzica salentina, con Maristella Martella.

Come tutte le arti la danza trasmette e rispecchia i gusti, lo spirito, i conflitti e le speranze del proprio tempo. Da sempre accompagna la celebrazione degli eventi importanti della vita di una comunità: nascite, matrimoni, eventi naturali. La danza come forma artistica ed espressione collettiva e popolare tramanda valori culturali e sociali.
La danza popolare è una danza aperta a tutti, agli uomini e alle donne, ai danzatori esperti e ai neofiti, agli anziani e ai bambini.
Se non si ha avuto la fortuna di far parte di una comunità tradizionale, di danzare in ambienti familiari e conoscere i codici culturali della comunità di appartenza, e’ necessario studiare e approfondire non solo gli aspetti cinetici della danza scelta ma l’inesauribile serbatoio di esperienze e conoscenze della tradizione di un popolo che la rappresenta.

Taranta Atelier è dedicato allo studio e alla composizione coreografica dei passi delle differenti forme di Tarantella. È un laboratorio di danza teatrale che ricerca gli aspetti simbolici, iconografici, letterari e rituali della Tarantella italiana.

PROGRAMMA
-Presentazione del percorso formativo e artistico dell’insegnante e del metodo didattico
-Riscaldamento e preparazione del gruppo dei danzatori
-Esplorazione degli elementi base della danza: spazio, dinamica, relazione
-Introduzione alle varianti geografiche e stilistiche delle danze popolari del sud Italia: Tammurriata dell’Agro-Nocerino Sarnese, Tarantella del Gargano, Tarantella calabrese (stile reggitano)
-Pizzica Pizzica: passi base, stile e postura. La ronda e le sue dinamiche. Improvvisazione guidata.
-Preparazione della performance finale: La danza del Labirinto

Per info e iscrizioni :
Mediterranea Danza e Arti
Viale Monza 16 Milano
medidanza@inwind.it
tel +39 333 6144979

Taranta Atelier è tenuto periodicamente presso Scuola Tarantarte (Bologna/ Salento), IALS (Roma), Centre Fleury Barbara et Micadanses (Parigi), Cid Oriente Occidente (Rovereto).

A Milano da MARISTELLA MARTELLA – insegnante danzatrice coreografa – danzatrice solista del Festival La Notte della Taranta 2010-2011-2012-2013. Coordinamento coreografico nelle edizioni 2011-2012-2013 dirette da Ludovico Einaudi, Goran Bregovic, Giovanni Sollima.
A partire dal 2001 entra nel vivo del movimento culturale e artistico che investe il mondo della Pizzica e della Tarantella italiana fondando con Eugenio Bennato a Bologna la Scuola Taranta Power, la prima scuola in Italia completamente dedicata allo studio delle danze popolari del centro sud Italia. Nel 2009 fonda in Salento Tarantarte, centro di produzione e formazione danze del Mediterraneo.
Elabora negli anni un personale metodo didattico, uno stile che la caratterizza sia nell’insegnamento che nell’interpretazione della danza Pizzica salentina e si specializza nello studio coreografico dei passi delle diverse tarantelle. Compie una rilettura della coreutica della pizzica-pizzica incontrando ed integrando linguaggi coreutici di altre culture. Approfondisce una ricerca teatrale ed espressiva sul Tarantismo salentino e sulle danze tradizionali del Mediterraneo, attraverso le numerose residenze in Maghreb, partecipando ai riti familiari di danza e musica.
Collabora con musicisti, danzatori e coreografi di diversa formazione e provenienza con cui crea i primi lavori coreografici e teatrali. Esporta la cultura coreutica e musicale salentina e in generale del centro sud Italia partecipando ai festival di musica e danza etnica internazionale in Francia, Marocco, Spagna, Inghilterra, Tunisia, Egitto, Grecia, Albania, Etiopia, Brasile. Dal 2003 attraverso i progetti di scambio internazionale tra i paesi euro mediterranei, organizza residenze artistiche e didattiche in Tunisia, Marocco, Francia, Italia, facendo partecipare i giovani allievi, i danzatori e i musicisti della scuola ai grandi festival del Mediterraneo.