MARTEDÌ 24 MAGGIO: MUSICA E ORIGINI DEL CINEMA ITALIANO D’ANIMAZIONE

Ciclo di incontri sul cinema d’animazione italiano
Il cinema d’animazione italiano è da sempre un piccolo tesoro nascosto.Un’arte difficile da produrre, da sostenere e diffondere, che però nel nostro paese ha sempre creato piccoli grandi film realizzati da straordinari artisti dell’immagine, che meritano di essere scoperti e riscoperti. La Fabbrica dell’Animazione presenta quindi il ciclo di incontri “Scopriamo e riscopriamo gli autori” dedicato alla qualità della produzione italiana. Momenti di ascolto e confronto con autori, studiosi, esperti e soprattutto col pubblico, per conoscere meglio la produzione italiana più nota e apprezzata all’estero.

Martedì 24 maggio 2016 ore 20.45
Casa della Cultura, via Borgogna 3, Milano
“La musica e le origini del cinema di lungometraggio italiano d’animazione”.
Un percorso attraverso la musica nella storia del cinema d’animazione con un’analisi dei lungometraggi La rosa di Bagdad e I fratelli Dinamite. Un’occasione per riscoprire il valore dei primi lungometraggi italiani e la loro rilevanza dal punto di vista storico e musicale. Ospite della serata è Marco Bellano, professore di History of Animation all’Università di Padova, intervistato da Raffaella Scrimitore.

Aprirà la serata Giuliana Nuvoli presentando la pubblicazione legata al ciclo d’incontri e al Premio Itala, Passioni Animate: una raccolta di saggi a cui hanno collaborato Marco Bellano, Davide Giurlando, Giacomo Ravesi, Priscilla Mancini e Raffaella Scrimitore.

Marco Bellano (Macerata, 1982). Dottore di ricerca in cinema, è professore a contratto di History of Animation all’Università di Padova e di Storia della Popular Music al Conservatorio di Ferrara. È autore di numerose pubblicazioni sulla musica per gli audiovisivi e sul cinema d’animazione, uscite in Italia, Europa e USA. Giornalista pubblicista, si occupa di divulgazione e didattica musicale dal 2001. Collabora attualmente con l’Orchestra di Padova e del Veneto e il Palazzetto Bru Zane. È co-redattore della rivista Cabiria-Studi di cinema e vicepresidente dell’Associazione culturale “Francesco e Paolo Contarini”. Nel 2014 la S.A.S.- Society for Animation Studies gli ha conferito il premio internazionale Norman McLaren-Evelyn Lambart, per il miglior articolo accademico sul cinema d’animazione del 2010-11. Nel maggio 2014 ha ideato e curato per l’Università di Padova e la S.A.S. il convegno “Il cinema d’animazione e l’Italia”. È stato docente e relatore presso sedi accademiche quali Oxford, Brighton, Guildford, Canterbury, Madrid, Salamanca, Oviedo, Murcia, Potsdam, Kiel e Heidelberg. Diplomato con lode in Pianoforte presso il Conservatorio di Vicenza, ha poi intrapreso studi di composizione. Si è diplomato in Direzione d’Orchestra con Giancarlo Andretta.

Giuliana Nuvoli. È professore di Letteratura Italiana all’Università degli Studi di Milano. Autrice di oltre centocinquanta pubblicazioni scientifiche, è nel comitato di riviste e nella giuria di premi letterari nazionali. Le sue ricerche vanno dal Duecento ai giorni nostri, con una attenzione costante alla interdisciplinarità. Dagli anni ‘90, uno degli ambiti privilegiati di ricerca è Letteratura e Cinema. È ideatore e supervisore del sito Dante e il cinema ed è a capo dei progetti Dante a teatro, Dante nel web e Dante virtuale. È membro fondatore del progetto internazionale Dante e l’Arte e ha portato Dante 750 a Expo 2015. Attiva nell’impegno sociale e politico, si occupa dei diritti di genere e della letteratura e cultura dei “nuovi italiani”, attraverso convegni, pubblicazioni e iniziative anche internazionali.

Raffaella Scrimitore (Milano, 1981). Laureatasi all’Università Statale di Milano con una tesi in Storia del cinema di animazione, attualmente è cultrice della materia presso l’insegnamento di Teoria e analisi del linguaggio cinematografico nello stesso ateneo. Ha lavorato per festival e manifestazioni dedicate al cinema d’animazione curando diverse retrospettive e mostre su animatori come Gianluigi Toccafondo, Ursula Ferrara, la famiglia Pagot e Osvaldo Cavandoli. Con Giannalberto Bendazzi ha curato la raccolta di saggi Il cinema di animazione e la nuova critica (CUEM, 2006) e nel 2013 ha pubblicato per Tunuè Le origini dell’animazione italiana. La storia, gli autori e i film animati in Italia 1911-1949, ha curato il volume Passioni Animate, legato al progetto Premio Itala e agli incontri Passioni Animate, di prossima pubblicazione.

Per informazioni e prenotazioni: info@lafabbricadellanimazione.org

Il ciclo d’incontri PASSIONI ANIMATE è un’iniziativa collaterale di Premio Itala.

 

Grazie a:

SPONSOR:
. Unique Place
. Ubi Banca
. Coop Lombardia

SPONSOR TECNICI:
. Agema Corporation
. Hotel Augustus
. Ostello Bello
. Poolprint

MEDIA PARTNER:
. CinecittàNews
. Cineforum
. Coop Lombardia
. Edizioni Zero
. Fondazione Ente Spettacolo
. Il Secolo XIX
. Posh (Pem Edizioni)
. Smemoranda
. Tunué

PARTNER:
. Animation Italia
. ASIFA
. Casa della Cultura
. Cartoon ITALIA
. CDE
. Cinema Sivori
. ComicArte Varese
. Crazy Comics
. Dante e il Cinema
. Civica Scuola di Cinema Luchino Visconti
. Fondazione Ente Spettacolo
. Scuola del Fumetto
. Spazio cinemaAnteo

PATROCINI:
. Commissione Nazionale Italiana per l’UNESCO
. Regione Lombardia
. Camera di Commercio di Milano
. Città Metropolitana di Milano
. Comune di Milano
. Agis Lombarda
. Regione Liguria
. Camera di Commercio di Genova
. Città Metropolitana di Genova
. Comune di Genova
. Università degli Studi di Genova

Comments

comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *