Categoria: ARTE

STORIA DI UN FILO INVISIBILE

C’era una volta ed ora forse non c’è più un filo calato dall’alto, cresciuto dal basso ed espanso in tutte le direzioni e verso nessuna. Nessuno lo vedeva, però tutti sapevano che c’era, perché ognuno se lo sentiva nel cuore,…

Crisi … è una decisione vitale e un giudizio totale

il muro e il grido Hanno chiuso le porte – grevi porte ferrate – tirato i chiavistelli, rinforzato le spranghe. Perché non esca il grido, perché gli altri non sappiano, han fatto un muro, lungo quanto il mare e le…

Atto di Dolore

Parleranno le mani QUANDO le Palpebre cederanno al peso delle ciglia Venire drappi consunti Dalle macerie del tempo viene Sipari di ONU Teatro Senza spazio Né Azione colomba L’assedio E Alle Spalle di Spettatori Dormienti. Le Linee della vita attraverseranno…

Uno Strano silenzio

La pace con l’elmetto Si e incamminata sul binario della Resistenza tiepida. Di Carta E Vetro E La SUA Sostanza benchè dal nocciolo scuro il morbido mallo trasformi il silenzio in gocce di veleno di Tanto in tanto. Ma Resta…

Ivana Viazzi

Dedicato a “La Mamma e Cattiva”

Hey baby La Mamma E Cattiva Non ti Tiene Più a mano Non ti Preparazioni la colazione Ti Ti Ti Se ne frega di Venire vai a scuola Sta Pensando di venderti Al Migliore offerente Ti succhia Il sangue Dalla…

Poesia poelitica del pensiero unico

Questo pensiero Unico Mainstream quello che fece abiurare Galileo che bruciava le streghe che ammazzava “gli untori” quando c’era la peste quello che “la terra è piatta ed è al centro dell’universo” (allora non c’era la TV, ma il pensiero…

Epoche e Musica. Il viaggio infinito dell’uomo.

Musica, quello strano fenomeno che da sempre accompagna le nostre esistenze anche nei frangenti più gravi della storia. Durante i bombardamenti della seconda guerra mondiale le filarmoniche nazionali, peraltro traballanti, continuavano a proporre opere classiche che venivano sistematicamente incise e…

IL MONDO CHE VORREMMO (FORSE NON UTOPIA)

Se la forza dell’immaginazione è quella che crea la forma, e la successiva realtà delle cose, allora abbiamo bisogno di sogni, di allontanare la violenza e la rassegnazione, e iniziare a immaginare come può essere il mondo che vorremmo. Immaginare…