CONSENSO

La comunicazione politica tra strumenti e significati

La comunicazione in politica, sopravvalutata, demonizzata, sostanzialmente incompresa sarà ancora la protagonista della nuova fase della vita italiana che si è aperta con le elezioni del 2013: un vero e proprio passaggio d’epoca. Dalla comunicazione concepita soprattutto come strumenti e tecniche di trasmissione si dovrà passare alla comunicazione vissuta come costruzione di significati, discorso motivante all’agire, processo cognitivo, creazione di identità. Come sostiene Ilvo Diamanti nella Prefazione, evidenziando un passaggio chiave del volume, “Saper comunicare significa, in primo luogo, capacità di entrare in sintonia con il destinatario, con la persona con la quale ci si relaziona; poi, secondariamente, capacità di trovare le modalità efficaci per trasferire messaggi”. E, conclude: “Per questo, mai come ora la comunicazione politica può divenire importante. Perché mai come ora c’è vuoto di identità e di senso. E mai come ora c’è bisogno di ricostruire identità e senso. In relazione con gli elettori. In modo condiviso. In altri termini, mai come ora c’è bisogno di con-senso”.

 

Cop.Consenso

Comments

comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *