AMORE , AFFETTO , AMICIZIA

Credo che l’Amore esista,
ma per riuscire a viverlo e sentirlo dobbiamo iniziare ad Amare.

Quando iniziamo una storia d’Amore, dobbiamo farlo per Amore, appunto, non per altri motivi, dobbiamo starci bene con quella persona, vivere la Sua e la Nostra vita in Simbiosi, creare una Sinergia tra i caratteri, la semplice sopportazione, non è Amore…

Per ottenere un risultato del genere in una Coppia,
ritengo che essere esigenti sia la base di una certezza

Questa mia affermazione non va fraintesa, non mi sto assolutamente riferendo all’essere esigenti fisicamente, ma voglio dire semplicemente che bisognerebbe dare molta importanza agli elementi caratteriali ed a quelli intellettivi… Per quanto mi riguarda, una persona con cui riesco a parlarci in maniera profonda e con cui si crea una sorta di complicità caratteriale, mi diventa molto piu’ sensuale, affascinante, interessante ed attraente di chi invece è solo esteticamente piacevole da vedere.

Affrontando questo argomento sento spesso affermare che in molte coppie si vive una sorta di insopportabilità, soprattutto nei particolari all’apparenza insignificanti.
Sento gente lamentarsi e chiedersi come mai pur provando qualcosa per la persona che hanno accanto, ci sono delle cose, degli atteggiamenti o dei comportamenti che proprio non riescono a sopportare e magari alla lunga diventano anche motivo di litigi. Bene, io dico che tutto questo non dovrebbe accadere e che debba essere evitato.
E’ normale snervarsi per le piccole cose quando non si è creata una vera sinergia con quella determinata persona. L’amore è fatto di similitudini, per questo si dice “Anima Gemella”. Ovviamente se ci ostiniamo a condividere la nostra esistenza con una persona che ci piace ma con la quale non abbiamo una sinergia nello stile di vita, negli interessi e nel carattere, un individuo che prima ci sembrava un angelo, dopo qualche mese iniziera’ ad apparirci come un fastidioso folletto insopportabile.

Mi dispiace contraddire tutte le teorie inerenti le alchimie ed i colpi di fulmine, ma sono estremamente convinto che il Vero Amore non sia fatto ne di chimica e ne di scienza, basti pensare che se noi esaminassimo il cervello umano nel periodo in cui ci stiamo infatuando di qualcuno, scopriremo che il nostro organismo vive quei momenti come se stessimo soffrendo sotto una malattia come la febbre oppure il raffreddore, ecco spiegate le famose “Farfalle Nello Stomaco” si tratta in effetti di una reazione del nostro organismo improntata ad una difesa ed una eventuale futura guarigione. Il Vero Amore non è illogico come molti credono, ma possiede una sua logica perfetta, quella dei Sentimenti e della Comunione delle Anime. Se tra due persone non si è creata una Complicità particolare, molto simile all’Amicizia, mi dispiace ma non è Amore, ma qualche altra cosa… Fascino, Interesse, Attrazione, pero’ non Amore.

L’Amore è come la Felicità,
quando lo si raggiunge, rimane costante nel tempo …

Se abbiamo Amato qualcuno, continueremo ad amarlo, non importa che ora non ci stiamo piu’ insieme o magari sono anni che non ci si vede, se lo abbiamo Amato Veramente continueremo ad Amarlo anche dopo che la storia è finita. In Amore si impara a vicenda gli uni dagli altri, ed è proprio per questo che è una bella esperienza viverlo.

Questo perchè con l’Amore
si verifica un Cambiamento, Amando ci Evolviamo!

L’Amore non è fatto di Tolleranza, Sopportazione e Comprensione, ma bensì di Affetto, Complicità ed Armonia…

Se tutte queste caratteristiche non sono presenti,
allora non solo non vi è Amore… ma potrebbe verificarsi una malsana insoddisfazione che presto si trasformerà in Senso Di Colpa.

E qualcuno potrebbe anche approfittarsene :

Quando accade qualsiasi cosa, in realtà la colpa è anche nostra, si questo è vero, ma se è “Anche” allora non è solo nostra, la responsabilità appartiene anche agli altri. Tutti quanti, nessuno escluso. Ecco perchè è importante non farsi travolgere dal Senso Di Colpa, ma bensì metabolizzarlo, riflettere sulle persone, i fatti e le situazioni che stiamo vivendo e magari affrontarle, e quindi comportarsi di conseguenza. Le reazioni cambiano da individuo a persona, in quanto non tutti sono disposti ad evidenziare gli errori fatti, ammettere i propri sbagli o cambiare strada e rischiare di rimanere soli… ed incompresi. In realtà sarebbe molto più giusto prendere atto della situazione e dell’evolversi delle cose, quindi imparare ad essere se stessi senza forzatamente modificarsi per far piacere a chi ci sta attorno e farci accettare obbligatoriamente, ne tanto meno noi dobbiamo sentirci obbligati ad accettare qualcuno se con questo non ci sentiamo a nostro agio e sentiamo che la nostra identità non viene rispettata. Non dobbiamo sentirci obbligati da nessuno a continuare a frequentare una persona che non considera la nostra dignità individuale, a questo non possono costringerci i parenti, non puo’ assolutamente farlo la società e ne tanto meno la nostra paura della solitudine. Se le persone che stiamo frequentando in un determinato momento smettono di accettarci, non ci capiscono piu’, e nel caso ci accorgiamo che non lo hanno mai fatto veramente, oppure siamo proprio noi a non comprendere i loro comportamenti. Se dovesse verificarsi solo uno di questi casi, forse è giunto il momento di cambiare aria… con o senza Sensi Di Colpa. Magari li elaboreremo in futuro! Da qualche altra parte ci saranno persone come noi, pronte ad accettarci e comprenderci esattamente per quello che siamo, senza che nessuno interpreti un ruolo per compiacere e compiacerci, o nel peggiore dei casi fingere di essere quello che in realtà non sono, costringendoci a fare altrettanto. Tutto quello che ci succede appartiene al nostro percorso esperienziale, dobbiamo solo imparare ad accettare e capire gli eventi, senza esserne ossessionati.

Così avremo imparato una nuova lezione di vita…

Le situazioni che viviamo, qualunque esse siano, a volte potrebbero risultarci Difficili da affrontare, ed in alcuni casi non sapendo o non essendo in grado di affrontarle, accettiamo di tutto, persino atti di violenza perpetrati nei nostri confronti. Questo accade solo se ci facciamo prendere dalle nostre paure e magari non abbiamo ancora raggiunto un livello di sicurezza in noi stessi e conoscenza di quello che siamo e quello che è il nostro autentico valore, cioè non abbiamo ancora formato completamente la nostra identità. Una volta che abbiamo vissuto le nostre esperienze, minime o molteplici che siano, e quindi ben compreso la nostra strada e la nostra vera identità, ci accorgeremo di aver sviluppato un grado di coscienza e consapevolezza così elevato da farci comprendere perfettamente quello che ci sta accadendo e con essi anche la capacità di saper rifiutare una determinata persona o situazione in favore di un’altra a noi piu’ congeniale ed in linea con la nostra vera essenza. Guardarsi dentro non è assolutamente sbagliato, certo, osservandoci interiormente potremmo mettere in evidenza i nostri errori e questo potrebbe spaventarci, ma una volta aver accantonato l’egocentrismo e l’orgoglio, due sentimenti che vengono naturali a chi è ancora “confuso” sull’Essenza della sua Vera Indole, avremo imparato a convivere con i nostri errori passati ed a correggerli in favore di una strada a noi più idonea. Ovviamente è un percorso lungo ed a volte potrebbe risultare difficile, però una volta intrapresa la strada giusta, i risultati si vedono… Il raggiungimento della nostra Felicità non è affatto impossibile, dobbiamo solo imparare a non confondere la Felicità con la Contentezza e la Soddisfazione, due sensazioni piacevoli ma passeggere, mentre la vera Felicità è una sensazione costante e va coltivata giorno per giorno…

Sia da soli che in compagnia …

Quello che molti non riescono a capire è che l’Amore di coppia non è altro che una Amicizia speciale, e la persona con cui decidiamo di condividere il resto dei nostri giorni è semplicemente un amico piu’ amico degli altri… In quanto Amore ed Amicizia sono la stessa cosa.

Anche l’eventuale nascita di un figlio non deve essere assolutamente vissuta come un momento di orgoglio personale, ed il neonato non va visto come il protrarsi della nostra essenza, in quanto quel bambino ne maturerà una propria. Nei confronti dei nostri figli il nostro compito è semplicemente quello di accompagnarli attraverso le loro esperienze, consigliandoli ed aiutandoli a comprendere le cose della vita, compresi i pericoli e le sofferenze, ma anche le gioie e le soddisfazioni. Senza pero’ cercare a tutti i costi che loro seguano i nostri consigli come se fossero ordini, dobbiamo anche essere capaci di perdonare gli errori che commettono, in modo da lasciare la libera possibilità di intraprendere il loro Percorso Esperienziale senza Paure e Condizionamenti. Un accompagnamento che sia capace di donare affetto e la capacità di Riflettere.

Quando parliamo di Amore non ci dobbiamo riferire pero’ unicamente all’Amore di Coppia, altrimenti riduciamo un Sentimento bellissimo a qualcosa da vivere con poche persone, molto spesso unicamente con i componenti delle nostre Famiglie, e forse aggiungendo a volte e sporadicamente alcuni conoscenti esterni, invece l’Amore andrebbe vissuto e condiviso con chiunque. Ovviamente non mi sto riferendo al sesso, ma all’Amore. Questo non è qualcosa di fisico ma il suo valore piu’ ampio, così come la sua efficacia è strettamente spirituale.

Certo, possiamo dimostrare Amore anche fisicamente, infatti se qualcuno mi si avvicinasse per toccarmi, che questo sia un Amico od un Parente, con un pizzicotto oppure un abbraccio io lo lascio sempre fare. Mai ho risposto in malo modo ad una dimostrazione di Affetto, qualunque essa sia, persino ad un Bacio sulla mia guancia da parte di un altro rappresentante del mio stesso sesso … Non sto mentendo, sono davvero fatto così … E neanche sono mai scoppiato in scenate di gelosia, quando questo è accaduto ad una qualsiasi persona con cui sono stato insieme. Le dimostrazioni d’affetto sono da me sempre accettate molto volentieri. Che ne sia io il protagonista oppure chiunque altro. La gelosia non è collegabile all’Amore, spesso sento insinuare che l’essere gelosi sia una manifestazione della paura di perdere la persona amata. Che senso ha tutto questo? L’Amore non è certo alimentabile con delle paure e dei timori, se c’è Vero Amore, allora ci sta anche una grandissima Fiducia Reciproca, altrimenti quello che si sta provando non è affatto Amore ma semplice Possesso, e pensare di potere possedere un’altro Essere Vivente è qualcosa di terrificante.

Un rapporto non deve essere vissuto come un meccanismo per alimentare una propria soddisfazione personale, perchè così non si fa altro che nutrire il proprio ego.

In realtà i rapporti vissuti con rispetto ed autentico equilibrio tra le parti, sono un insieme di carichi di energia positiva generati da un insieme di persone che si fanno forza l’un l’altro in modo così da poter espandere il proprio Amore verso il Mondo e quindi Aiutarci Vicendevolmente nel nostro Cammino Evolutivo…

( Mike Dalex Mozod )