MARTEDÌ 10 MAGGIO: LA LINEA DI OSVALDO CAVANDOLI

LA LINEA
Ciclo di incontri sul cinema d’animazione italiano

Il cinema d’animazione italiano è da sempre un piccolo tesoro nascosto.
Un’arte difficile da produrre, da sostenere e diffondere, che però nel nostro paese ha sempre creato piccoli grandi film realizzati da straordinari artisti dell’immagine, che meritano di essere scoperti e riscoperti.
La Fabbrica dell’Animazione presenta il ciclo di incontri “Scopriamo e riscopriamo gli autori” dedicato alla qualità della produzione italiana. Momenti di ascolto e confronto con autori, studiosi, esperti e soprattutto col pubblico, per conoscere meglio la produzione italiana più nota e apprezzata all’estero.

Martedì 10 maggio 2016 ore 20.45

Casa della Cultura, via Borgogna 3, Milano

“La Linea di Osvaldo Cavandoli”
Un incontro dedicato a uno degli autori più geniali del cinema d’animazione italiano. Entrato nell’immaginario collettivo grazie al personaggio de La Linea, creato per Carosello e diventato famoso in tutto il mondo. Ripercorreremo l’intera carriera di Osvaldo Cavandoli e lo ricorderemo in compagnia di suo figlio Sergio, in una chiacchierata con Raffaella Scrimitore. Saranno proiettati gli episodi più divertenti della serie La Linea e alcune opere dell’autore meno conosciute dal grande pubblico.

Osvaldo Cavandoli (1920 Maderno – 2007 Milano)
Dopo una formazione di tipo tecnico professionale, nel 1938 viene assunto come disegnatore tecnico all’Alfa Romeo e durante la guerra inizia a pubblicare le sue prime vignette umoristiche. Nel 1944 viene assunto alla Pagot Film come animatore per la realizzazione de I fratelli Dinamite e lavora anche per il mediometraggio Lalla, piccola Lalla.
Negli anni Cinquanta si mette in proprio con l’amico d’infanzia Ugo Gelsi e crea Pupilandia, azienda di produzione artigianale di film a pupazzi animati. Gira tra il 1950 e il 1957 una ventina di film pubblicitari per il cinema, come Laggiù nel Far West e il Nuovo Cappuccetto Rosso. Per Carosello nel 1968 inventa La Linea e la Lagostina lo sceglie per le sue pubblicità. Tra il 1969 e il 1977 realizza La Linea Lagostina: 35 film pubblicitari con musica Io cerco la Titina e voce di Carlo Bonomi.
In seguito La Linea è protagonista di 2 serie per un totale di 82 episodi, diversi cortometraggi e delle pillole dedicate al cinema per Studio Universal. Inoltre Cava illustra numerose pubblicazioni con La Linea e altri personaggi e dirige la prima serie La Pimpa.
La Linea ha vinto importanti riconoscimenti nei più importanti festival di settore e ottiene enorme successo in Germania, Polonia, Danimarca, Norvegia, Francia, Svizzera, Sud Africa, Turchia e Israele.

Sergio Cavandoli (Milano, 1951). Direttore della Fotografia.
Dopo aver conseguito il diploma di maturità scientifica e lasciati gli studi universitari, fa esperienza di operatore “passo uno” per la realizzazione di film d’animazione de La Linea presso lo studio del padre StudioCine Cavandoli. Nel 1980 entra nel mondo del broadcast iniziando a lavorare, come cameraman in studio, presso Inter TV, per i programmi di Telemontecarlo. In seguito, passa al ruolo di operatore e successivamente di direttore della fotografia. Fra i lavori più importanti possiamo citare: due serie di Cadillac (Canale 5) tra cui 5 servizi dalla Florida; due edizioni di Moda per Rai 2 tra cui tre servizi dagli USA; una serie di Qui Casa di Canale 5; prima troupe straniera che entra in URSS per un documentario girato in Siberia (Imago) nel 1988; “Le Sbarre della Perestroika” Mixer- Rai 2 del 1988; “Cernobyl” Mixer-Rai 2 del 1988; documentario sulla Polizia (Kiev 1988) NBC, esclusiva intervista in Pakistan a Benazir Butto per Mixer 1989; Speciale Moda: è di moda la Cina, Pechino 1993; Rai 1, riprese e fotografia del programma “Musica in casa” di e con Lorenzo Arruga; TELE+3 1995, fotografia del programma musicale “Non Blues Ultra”; TELE+3 1995, fotografia del documentario “10 anni di Muti alla Scala” per il Teatro alla Scala di Milano. Nell’anno 2000/2001 ha curato la fotografia di alcuni documentari per i canali Sitcom, Leonardo e Alice. Nel 2002 ha collaborato con Fabbrica dei Sogni scuola di Cinema e Scrittura, per la realizzazione di vari cortometraggi, relativi al Master under 25, 1 2 3 Cinema. Collabora per: Scherzi a Parte, ApriRai, Sogni, Mi manda Rai 3, Sfera, Striscia la Notizia, La vita in Diretta. Fotografia della serie “Fare Casa” (in collaborazione con Casa Viva) –Sky. Fotografia di sei puntate di “Bitte Keine Reklame” di e con Franco Battiato per la Rai International e Rai Sat. Fotografia del documentario Al di là del mare viaggio del sommergibile Enrico Toti da Cremona a Milano per il Museo della Scienza e della Tecnologia di Milano, RAI 1 – 2 – 3. Fotografia del documentario Oltre i 150° dell’Unità d’Italia per Assessorato Sistemi Verdi e Paesaggio Regione Lombardia. Collabora con il giornalista Giosué Boetto Cohen per la realizzazione di documentari scientifici, un documentario su Bertone, museo Fiat e un documentario su Paolo Soleri (Rai Educational) selezionato al FIFA di Montreal 2013. Nel 2014 si occupa della Fotografia del mediometraggio Barbablù per la regia di Gianmaria Sortino e di quella del docufilm O dolorosa gioia. Inoltre collabora alla realizzazione di video clip, filmati industriali e documentari per varie case di produzione e registi con i quali ha un rapporto di lavoro pluridecennale.

Raffaella Scrimitore (Milano, 1981). Laureatasi all’Università Statale di Milano con una tesi in Storia del cinema di animazione, attualmente è cultrice della materia presso l’insegnamento di Teoria e analisi del linguaggio cinematografico nello stesso ateneo. Ha lavorato per festival e manifestazioni dedicate al cinema d’animazione curando diverse retrospettive e mostre su animatori come Gianluigi Toccafondo, Ursula Ferrara, la famiglia Pagot e Osvaldo Cavandoli. Con Giannalberto Bendazzi ha curato la raccolta di saggi Il cinema di animazione e la nuova critica (CUEM, 2006) e nel 2013 ha pubblicato per Tunuè Le origini dell’animazione italiana. La storia, gli autori e i film animati in Italia 1911-1949, ha curato il volume Passioni Animate, legato al progetto Premio Itala e agli incontri Passioni Animate, di prossima pubblicazione.

Per informazioni e prenotazioni: info@lafabbricadellanimazione.org
Il ciclo d’incontri PASSIONI ANIMATE è un’iniziativa collaterale di Premio Itala.

Link sui prossimi incontri.

Grazie a:

SPONSOR:
. Unique Place
. Ubi Banca
. Coop Lombardia

SPONSOR TECNICI:
. Agema Corporation
. Hotel Augustus
. Ostello Bello
. Poolprint

MEDIA PARTNER:
. CinecittàNews
. Cineforum
. Coop Lombardia
. Edizioni Zero
. Fondazione Ente Spettacolo
. Il Secolo XIX
. Posh (Pem Edizioni)
. Smemoranda
. Tunué

PARTNER:
. Animation Italia
. ASIFA
. Casa della Cultura
. Cartoon ITALIA
. CDE
. Cinema Sivori
. ComicArte Varese
. Crazy Comics
. Dante e il Cinema
. Civica Scuola di Cinema Luchino Visconti
. Fondazione Ente Spettacolo
. Scuola del Fumetto
. Spazio cinemaAnteo

PATROCINI:
. Commissione Nazionale Italiana per l’UNESCO
. Regione Lombardia
. Camera di Commercio di Milano
. Città Metropolitana di Milano
. Comune di Milano
. Agis Lombarda
. Regione Liguria
. Camera di Commercio di Genova
. Città Metropolitana di Genova
. Comune di Genova
. Università degli Studi di Genova

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *